Basta con gli esempi

BASTA CON GLI “ESEMPI”, ora tocca a NOI!

Due parole , per quattro chiacchiere fa… otto minuti con ALESSANDRO BERGONZONI
A cura di Claudia Fabaz

Ripassa tra le nostre pagine – con nostro grande piacere - l’incontenibile artista/comico/scrittore Alessandro Bergonzoni, già testimonial il 10 dicembre del concerto-spettacolo di solidarietà SARDEGNA CHI_AMA BOLOGNA a favore dei comuni di Onanì e Torpè (NU), colpiti dall’alluvione che ha devastato parte della Sardegna lo scorso 18 novembre. La serata (organizzata da Arena del Sole – Nuova Scena – Teatro Stabile di Bologna, Tuk Music, Arci Bologna con la collaborazione del Circolo Sardegna – Bologna e di F.A.S.I. ) che è stata trasmessa in diretta da Radio3 e a Ballarò, l’ha visto accanto a Costa, Benni e molti altri nomi dello spettacolo.

alessandro bergonzoni

 

Lo attendiamo invece dalle nostre parti a marzo 2014, quando calcherà il palco del Teatro comunale di Monfalcone, all’interno di una speciale stagione, quella che rende gli onori ai trent’anni di attività del palcoscenico isontino. Se, come Alessandro Bergonzoni docet “È arrivato il momento, ma, se qualcuno non lo va a prendere, se ne va via”, allora cogliamo subito l’attimo e chiediamo:

“La cultura positiva agisce come motore di cambiamento e mediazione. In virtù della sovraesposizione mediatica a cui siamo sottoposti, in teoria dovremmo essere “perfetti” nel saper agire e saper giudicare al meglio.  Tuttavia, nei Suoi spettacoli abbiamo occasione di riflettere sulla nostra “cultura colluttorica”.
Può darci una chiave di lettura? Cosa ci manca per attuare la rivoluzione/rivelazione?

” Manca qualcosa che distingue e diversifichi cultura da informazione, arte da intrattenimento, anima da morale. Fino a quando confondiamo questi pensieri (e non ho detto termini) è molto difficile trovare strumenti per la metamorfosi, finchè demandiamo ad altri che consideriamo esempio non diventeremo mai noi quell’esempio, non diventeremo mai noi governanti, artisti, papi, missionari o scrittori. Subire oltre l’esplosione mediatica e i social network così come sono non ci permette la nostra esplosione e non riusciamo a diventare né energia né luce, distratti e distrutti da cronaca, fatti, attualità scientemente organizzati per non darci autonomia né senso della creazione (e non ho detto creatività). Importantissimo non pensare che non saremo mai capaci perché non abbiamo i mezzi o i privilegi di quei pochi illuminati che secondo noi sono gli unici a poter essere diversi. Grazie. Grazie, per averci fatto notare la differenza tra “potere” e “potenza”, per proporre le mine “pro-uomo”, per auspicare la “chirurgia etica” e per il desiderio -speriamo- contagioso di “rifarsi il senno”.

Soprattutto, grazie per essere stato con noi!

Author: admin

Share This Post On
01Adserver.com
The domain 01adserver.com may be for sale. Click here to make an offer or call 877-588-1085 to speak with one of our domain experts.