SPILLIAMOCI con “MISSPILLO”

di Daniela Proietti

In una valanga di proposte sempre uguali nel mondo della moda, troviamo anche chi ha il coraggio di differenziarsi, di tentare una nuova strada, insomma, chi ha coraggio di cambiare….

Che sia prospettiva, che sia una tendenza, che sia una strada, il cambiamento non deve fare paura, ma può stimolarci a vedere le cose da un diverso punto di vista e lei ci riesce…di chi parlo?
MissSpillo che ci racconta un po’ della sua idea creativa e di se stessa…
Misspillo perché sono abbastanza maldestra e tendo a pungermi svariate volte durante la realizzazione dei miei lavori e poi perché sono piccola come uno spillo…..” ride…

Come non trovare divertente questa affermazione, perché in effetti lei è minuta, ma la sua creatività non ha limiti, è immensa.

misspillo

Ma vediamo da vicino chi è lei: Antonietta, nata a Monfalcone in provincia di Gorizia, si laurea in Design e discipline della moda all’Università di Urbino, studi che la portano ad approfondire il suo percorso attraverso un Master in Cool Hunting presso lo IED Moda Lab di Milano, dove ha la possibilità di collaborare come assistente stylist per il magazine “Made 05”.
Successivamente si trasferisce a Roma e lavora in un vintage shop…… ecco la svolta! Si appassiona alla moda del passato, a quell’eleganza senza tempo, a quel modo di fare sartoria che non ha niente a che vedere con la grande distribuzione.

Dopo un periodo all’estero che rafforza la sua passione per il vintage, torna in Italia e progetta, sogna, ama, perché quando parli della moda vera, quella fatta di bottoni e di stoffa, non puoi non amare…e fortunatamente c’è chi la pensa come lei, in particolare l’associazione Noi dell’arte che si occupa di aiutare e sostenere l’artigianato locale con mezzi propri, portando alla luce quei valori del “fatto a mano” che purtroppo in molti luoghi si stanno perdendo…

Così rinasce la voglia di fare, di rimettersi in gioco sbattendo molto spesso contro muri creati da mentalità stagnanti ed una burocrazia tutt’altro che semplice.
Ma lei ha il sostegno degli amici e della famiglia, che la incoraggiano a perseguire i suoi sogni e la stimolano e confortano nei momenti difficili, perché ovviamente ci sono anche quelli…ma i suoi abiti dallo stile retrò hanno però la gioia e la modernità nei colori e nei tessuti, sono studiati per essere portabili ma sopratutto originali. Sono vivaci e allegri basta dare un occhiata alla pagina Facebook per rendercene conto!

Con Antonietta però affrontiamo anche un tema più delicato, come quello della disoccupazione, motivo per il quale molti giovani investono su se stessi.

Dobbiamo abituarci infatti a non cercare più un lavoro a tempo indeterminato come i nostri padri o le nostre madri. Abbiamo bisogno di far ripartire il mercato certo, ma con le nostre forze, con i nostri sogni e non è forse questo il vero senso del cambiamento?

Uscire dalla nostra zona confort quindi e investire sulle proprie capacità, come ha fatto Antonietta diventando Misspillo e come fanno molti giovani nel nostro paese ogni giorno: reinventandosi. Questo è il cambiamento di cui abbiamo bisogno, come paese ma sopratutto come essere umani, per sentirci auto realizzati e soddisfatti. Cambiare si può, basta volerlo!

Author: admin

Share This Post On

403 Forbidden

Request forbidden by administrative rules.